Antagonisti, due pesi e due misure

10 novembre 2014 | Attualità | di Cesario Picca | 0 Commenti

bilancia La mia impressione è che nell’aria resti quella stantia sensazione da due pesi e due misure. Se gli antagonisti si fossero ‘limitati’ ad aggredire il segretario della Lega Salvini sarebbero rimasti nell’alveo della legalità. Semmai compagni che sbagliano. Siccome però sono andati oltre picchiando il collega Barbetti, persona perbene, allora sono vigliacchi e fascisti. Chi si comporta in maniera antidemocratica e vigliacca lo fa a prescindere da chi finisce nel mirino. Perché il rischio è che prima o poi tocchi a tutti. Chiedo infine ai democratici, ai tolleranti e ai benpensanti perché Salvini non possa manifestare come e dove vuole e debba essere additato come pericoloso e provocatorio mentre quando gli altri fanno la stessa cosa vanno capiti e possibilmente difesi.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*