Che il 2017 porti pace e prosperità

30 dicembre 2016 | Attualità , Gialli | di Cesario Picca | 0 Commenti

brindisi-2017L’augurio, lasciandoci alle spalle un 2016 non proprio facile, è che il nuovo anno porti soprattutto un po’ di pace nella speranza che le azioni umane siano guidate da luce, saggezza e bellezza e non solo da frivoli ed effimeri interessi economici. Perché, come ripete spesso Saru Santacroce, alla fine di questo percorso terreno “a ncoddu nu te porti nenzi”, né che tu sia (e sicuramente non lo sei) un re etrusco né un faraone egizio. A significare che nessuno potrà portarsi in spalla ciò che ha avidamente accumulato in terra, magari a scapito del prossimo nei confronti del quale non è stato animato dallo spirito di fratellanza, uguaglianza e libertà. E se poi vi sentirete vittime di un anelito di libertà lasciate evadere la voglia di leggere che aleggia in voi, magari facendovi catturare da una delle avventure di Saru come Tremiti di paura, Gioco mortale o Il dio danzante.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*