Grotta dei Cervi, 47 anni fa la scoperta

1 febbraio 2017 | Attualità , Gialli | di Cesario Picca | 0 Commenti

L’1 febbraio 1970, ossia 47 anni fa, un gruppo di speleologi salentini scoprì la Grotta dei Cervi di Porto Badisco, vicino Otranto, in provincia di Lecce. Per la prima volta alcuni fortunati poterono ammirare dal vivo il famoso Dio Danzante, il pittogramma che ha circa 6000 anni e che è uno dei simboli del Salento. La Grotta dei Cervi è anche presente nel mio terzo giallo che si intitola, appunto, Il dio danzante – delitto nel Salento e fa molti riferimenti a quella cavità considerata il complesso pittorico neolitico più imponente d’Europa e purtroppo non più aperta al pubblico. Auguri, dunque, a quel dio che sornione domina dalle oscure e misteriose viscere della terra baciata dai due mari, terra di immensa ricchezza culturale che nel suo futuristico Monastero di San Nicola di Casole (distrutto dai sanguinari invasori musulmani) diede i natali al volgare poi trasformato nella lingua dotta da Dante.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*