Il lancio dell’Ansa su Tremiti di paura

4 luglio 2013 | Gialli | di Cesario Picca | 0 Commenti

tremiti-piccola.pngLIBRI: ‘TREMITI DI PAURA’,GIALLO EBOOK DEL GIORNALISTA PICCA
UN CRONISTA INDAGA SULL’OMICIDIO DI UNA FACOLTOSA TURISTA
BOLOGNA
(ANSA) – BOLOGNA, 4 LUG – E’ disponibile in versione ebook, sulla piattaforma Amazon, il giallo scritto dal giornalista Cesario Picca dal titolo ‘Tremiti di paura’. Racconta la storia che ha come protagonista Rosario Santacroce, un cronista quarantenne, originario del Salento che vive a Bologna e lavora per un quotidiano locale. Soprannominato Saru (é il nomignolo che nel Salento danno a quelli che si chiamano come lui) segue i casi di cronaca nera che accadono in città. Come spesso accade, qualche volta il lavoro lo segue anche in ferie perché il vero cronista maledetto non stacca (quasi) mai la spina. Ed è per questo che si trova invischiato nell’omicidio di una facoltosa turista bolognese come lui in vacanza alle Isole Tremiti. Saru aveva conosciuto la vittima il giorno prima durante un giro in barca e tra i due era scattata una scintilla. Qualcuno però aveva deciso di mettere la parola fine alla loro storia neppure cominciata. Il primo ad accorrere sul luogo del delitto é stato proprio Saru e per questo finirà tra i sospettati. Presto sull’isola giungono i giornalisti di tutte le testate nazionali e nella corsa alla notizia Saru riesce sempre ad avere qualcosa più degli altri grazie all’ amicizia con il maresciallo della locale stazione che, tanto per cambiare, è un suo compaesano. Il romanzo è colorato di citazioni dialettali salentine e denota cura e attenzione per la gastronomia i gusti e gli usi di quella parte d’ Italia. Seguendo il suo corso racconta al lettore i dispetti e le relazioni tra colleghi, gli fa leggere veri articoli di cronaca e di colore e gli riserva colpi di scena nelle indagini fino all’imprevedibile epilogo finale. ‘Tremiti di paura’ è la prima di una serie di storie che vedranno coinvolto il cronista Saru Santacroce. (ANSA).
BS/ S57 QBXJ

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*