Kyenge, tempo perso dietro alle sciocchezze

16 luglio 2013 | Politica | di Cesario Picca | 0 Commenti

anziani Oggi una giornata persa ad andare dietro alle boutade di Roberto Calderoli, l’altro giorno il blocco del Parlamento per le vicende del senatore Berlusconi. Mi domando perché in questo Paese si perda tempo su questioni personali perdendo di vista i reali problemi della collettività. Problemi come la valanga di soldi gettata per l’acquisto degli F35 o la mancanza di lavoro e la gente che finisce in strada o un imprenditore (come tanti altri) che fallisce per un piccolo debito nei confronti del Fisco quando lo Stato gli deve una vagonata di banconote da 50 euro. Si chiedono le dimissioni di Calderoli per le cazzate che dice e non si chiedono per il signor Berlusconi per i reati gravissimi che, se le inchieste sono valide, gli vengono imputati. La dottoressa e ministro Kyenge ha degli strumenti, come tutti i cittadini, per difendersi e chiedere conto degli insulti di Calderoli che non meritano neppure un commento perché così ricevono l’importanza che non meritano. Contro il razzismo la guardia non va mai abbassata, ma in questo momento gravissimo probabilmente ci sono altre emergenze su cui concentrarsi.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*