Le priorità del paese non sono quelle della gente

29 luglio 2014 | Attualità , Politica | di Cesario Picca | 0 Commenti

Le aziende chiudono, la gente è senza lavoro, gli acquisti sono fermi al palo, più di qualcuno trova una soluzione suicidandosi, solo pensare al futuro è ormai un miraggio, la speranza è ridotta all’osso. Eppure i nostri politici, di qualunque colore e appartenenza, pensano alle cazzate. Prendiamo per esempio la storia del Senato non elettivo. Ma vi pare che possa essere una priorità? E poi: se non serve va abolito senza se e senza ma, altrimenti non ha senso tenerlo in vita. Ovviamente quale soluzione hanno trovato quei grandi soloni del palazzo? La via di mezzo: non serve, ma lo teniamo in vita e ci facciamo sedere i nostri amici che almeno troviamo loro qualcosa da fare. E non credo proprio gratuitamente come puro spirito di servizio nell’interesse del Paese.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*