M5s, i benpensanti di sinistra e il muro di Berlino

21 maggio 2016 | Politica | di Cesario Picca | 0 Commenti

tafazziIn tanti continuano a dire che non sia un buon segnale che alcuni esponenti di destra o centrodestra diano il proprio voto alla candidata del Movimento 5 stelle, Valeria Raggi, al secondo turno delle amministrative di Roma. E a sostegno delle loro tesi affermano che questa dichiarazione di voto sia la dimostrazione che il movimento di Beppe Grillo affonda le proprie radici a destra. Se siamo ancora a questi paradigmi vuol dire che il tempo per qualcuno non è mai passato e che il muro di Berlino, beati loro, non è ancora caduto. Questi presunti figliastri degli anni Sessanta e Settanta a mio avviso sfiorano il ridicolo in quanto a triste faziosità che in teoria non dà lustro alla loro presunta intelligenza. Chissà perché queste teorie a dir poco discutibili siano sempre figlie di chi ritiene di rappresentare il popolo e il pensiero di sinistra. Se dovessi seguire il filo logico del loro discorso dovrei supporre che se il loro presunto mentore dovesse proporre loro di votare gente discutibile o qualche furbetto del quartierino lo voterebbero. Questa gente probabilmente non si è ancora resa conto che più che l’appartenenza è importante oggigiorno la persona. Se uno schieramento a me non congeniale mi presentasse una persona di assoluto valore e di dimostrate capacità non vedrei ragioni per non votarlo. Se poi questi presunti benpensanti di sinistra preferirebbero comportarsi come il famoso personaggio di tafazziana memoria facciano pure. Del resto non è la prima volta che dimostrano capacità innate a farsi del male. Un personaggio di sinistra, quando ancora era in auge, diceva che la sinistra ha la capacità di pensare non realizzabili cose che poi si materializzano per davvero. E un altro diceva che il futuro è in noi prima ancora che ce ne accorgiamo. Ma Tafazzi, forse, non comprenderebbe perché la storia per lui è passata invano.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*