Prelievo forzoso e patrimoniale

12 novembre 2011 | Attualità | di Cesario Picca | 0 Commenti

rapina Era partita come una voce e sta diventando sempre più reale: il nuovo governo farà un prelievo forzoso sui conti correnti della gente per poi passare alla patrimoniale aggredendo la casa per la quale stiamo ancora pagando il mutuo. Un po’ come fece Giuliano Amato nel ’92. E come al solito a pagare l’ennesima rapina di Stato è molto probabile che siano i soliti noti. Mi chiedo perché questa gente debba andare a pescare sempre nelle tasche di chi non ruba, di chi campa a fatica lavorando e di chi sudando ha messo qualche soldino da parte per un futuro meno burrascoso. Misure lacrime e sangue varate dopo il regalo fatto a chi aveva portato le immani ricchezze all’estero scudandole con due noccioline. Per non parlare degli immobili di Stato che vengono praticamente regalati ai soliti noti per pochi spiccioli passando per i tanti sprechi per i quali mai nessuno paga.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*