Roma devastata, va rimosso comitato ordine pubblico

20 febbraio 2015 | Attualità , Politica | di Cesario Picca | 0 Commenti

roma devastata Gli pseudo tifosi che scatenano le loro frustrazioni durante gli eventi sportivi e calcistici in particolare sono noti da molto tempo. Ed è davvero incredibile che il comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica di Roma non si sia minimamente posto il problema quando ha saputo dell’arrivo di centinaia di orde di barbari come le loro stesse origini testimoniano. E ora, per non usare la politica dei due pesi e delle due misure, sarebbe opportuno che prefetto, questore, comandante provinciale dei carabinieri e della Guardia di Finanza venissero rimossi così come si è fatto con gli agenti della penitenziaria di Opera. Andrebbe rimosso anche il sindaco che di quel comitato fa parte, ma per lui occorrerà attendere le elezioni. Di fronte a quelle immagini di ordinaria barbarie, con un gioiello del patrimonio dell’umanità come la fontana del Bernini rovinato, c’è da riflettere anche sull’immagine che dell’Italia hanno all’estero. Se dai l’impressione che in questo Paese sia tutto possibile, che tra delinquenti e onesti lavoratori delle forze dell’ordine perdono sempre questi ultimi, che i malviventi non vanno in carcere bensì in Parlamento allora capisci che sia da ritenere normale che chi arriva qui faccia come gli pare, dando il peggio di se stesso. Senza meravigliarsi che magari nel suo Paese si comporti così linearmente da sembrare una pecorella smarrita.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*