Tasse, il Fmi ordina e il Pd si genuflette

5 luglio 2013 | Politica | di Cesario Picca | 0 Commenti

tasse Chissà perché non mi sorprende la posizione del Fmi che ieri ha detto all’Italia che deve far pagare l’Imu ai cittadini. Semmai mi sarei meravigliato del contrario. Non è che ha detto all’Italia taglia le auto blu, taglia i finanziamenti ai partiti, riduci i parlamentari, riduci i loro stipendi, chiudi gli enti inutili e via dicendo. No. A quanto pare avrebbe detto continua a vessare i cittadini, prendi loro anche il sangue e se non ne hanno più pure l’anima. Del resto al Fmi chi c’è? Qualche burocrate o tecnocrate, politicante fallito messo lì per trovargli uno stipendio. Mica messo lì per pensare a come non vessare la gente riducendo i privilegi e facendo lavorare la gente per far girare l’economia. All’esortazione del Fmi ha risposto prostrato, genuflesso, a novanta gradi il Pd. Mi sa che ha ragione Berlusconi quando dice che il Pd è il partito delle tasse. Non hanno mai un’idea diversa che non sia tassare la gente. E per fortuna che sono (o dovrebbero essere) comunisti. O quantomeno un po’ compagni. O perlomeno a favore del popolo, degli ultimi.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*