Trump, ora anche le donne molestate

18 maggio 2016 | Politica | di Cesario Picca | 0 Commenti

donald trumpNon poterono le gaffe o le dichiarazioni forti e controverse quanto possono le donne. L’altra metà del cielo continua ad essere croce e delizia di quanti si cimentano con la politica o con il potere. Silvio Berlusconi ne sa certamente qualcosa. Così come tanti altri politici nostrano prima di lui che non sono però finiti sotto i riflettori o in Tribunale. Ora è il turno del candidato repubblicano alla Casa bianca, Donald Trump. Le infinite polemiche sulle sue posizioni forti, le sue dichiarazioni controverse, le sue gaffe o le sue battute pare che siano state concime per la sua ascesa. Ora i detrattori ci provano con le donne. Decine di figure che in tanti anni non si sono mai fatte sentire, magari con una denuncia per molestie, e ora compaiono miracolosamente e all’improvviso in questa campagna elettorale con una scivolata da tergo da cartellino rosso. Che poi gli americani ci mettono parecchio del loro per fare certe figure. Donald Trump che è solo un aspirante è un dilettante in confronto al loro ex presidente e maestro Bill Clinton il cui cervello andava in bestia di fronte a qualcosa di femminile che respirasse. Chissà che in questa corsa verso il basso non emerga pure la zia ottantenne che racconta di un Donald cinquantenne che ravanava nelle mutande quando lei andava a prendere il the con la mamma.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*